logo

Archive for Informazioni

Scanner e Analisi reti WI-FI

Se si riscontrano problemi di connettività sulla rete wireless è possibile verificare lo stato della stessa ricorrendo all’applicazione Diagnosi Wireless presente nelle più recenti versioni di OS X. L’applicazione non solo esamina e identifica i problemi relativi alla connessione wi-fi ma fornisce varie utility che  consentono di visualizzare la qualità della connessione, la forza del segnale, il disturbo presente sulla rete ed infine fornisce una indicazione dei canali migliori da utilizzare.

WIFI Diagnosi

Una volta avviata l’applicazione selezionare  Finestra –  Utility (cmd + 2) ed apparirà una finestra con varie  opzioni:

– Analisi WI-FI effettua una scansione delle reti presenti, fornisce indicazioni sul RSSI, sul Disturbo presente, il Canale utilizzato ed in fine indicazioni sul canale migliore da utilizzare:


Analisi WIFI

– Nella sezione Informazioni sono evidenziati tutti i dati relativi alla connessione WI-FI attualmente in uso:

WIFI Informazioni

 

– Particolarmente interessante è la sezione Prestazioni che mostra, anche graficamente, l’andamento nel tempo del Segnale in dBm, il Rumore presente e calcola anche l’SNR:

 WI-FI Prestazioni ecc

 

– Lo snapshot successivo mostra  come varia la qualità del segnale e dell’RSSI quando ci si sposta da una stanza ad un’altra, pertanto è particolarmente utile per determinare la posizione ottimale del router al fine di avere la massima copertura in tutte le stanze:

WI-FI Prestazioni

Il valore del Signal to Noise Ratio (SNR) fornisce una indicazione della potenza del segnale WI-FI ricevuto, più il suo valore è alto (tendente allo zero) più il segnale è forte, esso rappresenta la differenza tra il Segnale RSSI ed il Rumore presente. Valori di Rumore tra 90 dBm e 100 dBm possono essere considerati trascurabili. Per valutare i valori del SRN si può fare riferimento alla seguente scala:

Valori da 40 in: Eccellente 

Valori fra i 25 e i 40: Buono

Valori fra 15 e 25: Sufficiente

Valori fra i 10 e i 15: Scarso

Valori inferiori a 10: Insufficiente

Sbloccare modem Alice Gate 2 Plus Wi-Fi

Avendo cambiato gestore telefonico di rete fissa, il primo problema che mi sono posto è come poter impiegare ancora il modem Alice Gate WI-FI fornito dal vecchio gestore.

La soluzione più facile è certamente quella disabilitare la connessione automatica dalla pagina di configurazione del modem (192.168.1.1) ed impostarla manualmente sul proprio PC o MAC; mentre la seconda, ovvero quella di sbloccare il modem, richiede 5 minuti in più ma certamente vale la pena di eseguirla per fruttare a pieno la potenzialità del router.

Lo sblocco del modem consiste essenzialmente nell’aggiornare il firmware con un’altro opportunamente modificato, io per il mio ho scelto quello della US Robotic, estremamente flessibile nella configurazione e che consente, tra l’altro, di poter anche sbloccare il modem senza aprire il case (ma non complichiamoci troppo la vita):

USRAGW2-PLUS_fs_kernel_3.04L.01.-110222_2100

disponibile all’indirizzo:

http://beghiero.myftp.org/firmware/roleo/pirelli_alice_gate_2_plus_wifi(AGA)/fw/

Per poter procedere all’aggiornamento è necessario aprire il modem rimuovendo: la vite posta sotto il logo Alice e, nella parte inferiore, altre  quattro viti poste sotto sotto i tappini antiscivolo.

Una volta rimosso il coperchio, cercate i due test point evidenziati in rosso nella figura sottostante, ponticellateli ed accendete il modem, dopo pochi secondi il LED power dovrebbe illuminarsi di rosso e potete pertanto  togliere il ponticello; se così non fosse (LED power verde), spegnete il modem e ripetete l’operazione.

Sbloccare modem Alice Gate 2 Plus Wi-Fi

Fatto questo, collegate il cavo ethernet al computer ed impostate manualmente l’indirizzo IP della macchina con i seguenti parametri:

IP: 192.168.1.2

SUBNET MASK: 255.255.255.0 GATEWAY: 192.168.1.1

Digitate su un browser l’indirizzo IP del modem (192.168.1.1) per accere alla schermata di setup del modem che vi chiederà l’aggiornamento del software

modem alice gate

Inserite il firmware precedentemente scaricato e, dopo un paio di avvii, l’operazione è conclusa e potete procedere alla configurazione.

Us robotic

Il modem adesso è pronto. Una guida sulla configurazione e sulle funzioni del modem la potete trovare qui.

Google SSL (beta)

google.png

Google ha recentemente attivato una nuova pagina di ricerca che supporta la crittografia SSL, disponibile al seguente indirizzo: https://www.google.com . Google avvisa che la navigazione con connessione SSL necessita di più tempo per impostare la crittografia tra il browser e il server web remoto, perciò le ricerche potrebbero essere leggermente più lente di quelle normali, comunque è garantito che  i risultati ottenuti con le ricerca in modalità  HTTPS saranno uguali alle precedenti.