logo

Tag Archive for Mac

Configurare Tor come Relay

La rete Tor frutta una banda resa disponibile da volontari cheaprono un relay, pertanto più persone contribuiscono più la connessione sarà veloce e sicura, in particolare per chi abilita il relay.

Come per Emule, Amule o Torrent, per far funzionare il sistema serve la collaborazione di tutti!

Per contribuire basta mettere a disposizione almeno 20 kilobyte/s in download e upload.

La configurazione è facile e guidata.

Tra le funzioni segnalo:

  • controllo della banda
  • exit policy
  • supporto per indirizzi IP dinamici

Ricordo che i dati che attraversano la tua Relay sono criptati, la password viene generata automaticamente di deafult ma, dal pannello impostazioni, se ne può scegliere una personalizzata (sconsigliato).

La chiave costituisce l’identità del tuo relay ed è importante custodirla al sicuro in modo che nessuno possa leggere il traffico che passa dal tuo relay.

Avviate Vadalia.app e selezionate Avviamento del relaying

tor.png

E selezionate scambia traffico per la reteTor

impostazioni.png

Inserite un Nikname e la vostra mail

imp base 2.png

impostate i limiti di banda

imp banda.png

e, per la vosta sicurezza, imposta la Policy delle Uscite :

80 per http

443 per https

110 per POP

disabilitate da Altri servizi (la 25 è disabilitata di default)

policy.png

in questo modo andiamo a configurare automaticamente il file .vidalia/torrc (è un file nascosto pertanto per visualizzarlo e modificarlo manualmente bisogna la visualizzazione ad esempio con Menu.app)

Ricordate sempre controllare se le porte impostate sono abilitate ( blocatte da un fireworl o non configurate per esempio se usate un virtual server)

La mappa dei Relay

relay.png

Una volta avviata la Relay ci vorranno circa 20 minuti per funzionare, per verificare lo stato della connessione aprite il log e controllate la presenza di eventuali avvisi.

Se tutto funziona:

Self-testing indicates your ORPort is reachable from the outside. Excellent

Criptare files su MAC

Per criptare dati sul proprio Mac suggerisco di sfruttare le potenzialità della piattaforma OS. Difatti una valida alternativa a FileVault (che protegge, criptandola, la cartella inizio) è utlizzare Utility Disco per creare una immagine protetta a 128 o 256 Bit!

Immagine 3.png

Dalla cartella Utility lanciate Utility Disco

Immagine 4.png

e selezionate Nuova Immagine

Immagine 5.png

decidete il nome, la posizione e la dimensione dell’immagine, poi selezionate il tipo di Criptatura desiderata

Immagine 6.png

consiglio 256-bit AES, con un core2 non si riscontrano problemi di lentezza

Immagine 7.png

poi scegliete la password da impegare, naturalmente facile da ricordare (la finestra vi indica anche la robustezza della stessa)

Immagine 8.png

Il programma crea un file xxxxxx.dmg criptato.

Per accedere ai vostri dati inserite la votra password

Immagine 9.png

e qualora corretta accedete al vostro disco virtuale. Cosiglio di non salvarla nel portachiavi.

Per cripatare nuovamente basta espellere il disco

Immagine 10.png