logo

Archive for Comandi Unix

Utili comandi da terminale

Cancellare in modo sicuro i dati presenti nell’hard disk:

  • diskutil secureErase freespace 3  /Volumes/(nome del disco)

in alternativa è possibile usare Utility Disco:

Erase0.png

Erase2.png

Cambiare il formato da PNG  a JPG delle immagini catturate dallo schermo (Screenshot: Comando –     Shift – 4):

  • defaults write com.apple.screencapture type JPG

Comandi da terminale: system_profiler

System_profiler visualizza, in modo approfondito, tutti i dettagli su: hardware, periferiche, driver, applicazioni e le impostazioni installate sul MAC. Le informazioni richiamate possono essere esportate in formato solo testo o XML.
Per quanto concerne i reports, ci sono tre livelli di informazioni ottenibili:
  • system_profiler -detailLevel mini (report senza informazioni personali)
  • system_profiler -detailLevel basic (informazioni hardward e network)
  • system_profiler -detailLevel full (tutto)
Per avere la lista completa dei DataType digitate:

  • system_profiler -listDataTypes
visualizzerete:
.
PHardwareDataType
SPNetworkDataType
SPSoftwareDataType
SPParallelATADataType
SPAudioDataType
SPBluetoothDataType
SPDiagnosticsDataType
SPDiscBurningDataType
SPFibreChannelDataType
SPFireWireDataType
SPDisplaysDataType
SPHardwareRAIDDataType
SPMemoryDataType
SPPCCardDataType
SPPCIDataType
SPParallelSCSIDataType
SPPowerDataType
SPPrintersDataType
SPSASDataType
SPSerialATADataType
SPUSBDataType
SPAirPortDataType
SPFirewallDataType
SPNetworkLocationDataType
SPModemDataType
SPNetworkVolumeDataType
SPApplicationsDataType
SPExtensionsDataType
SPFontsDataType
SPFrameworksDataType
SPLogsDataType
SPManagedClientDataType
SPPrefPaneDataType
SPStartupItemDataType
SPUniversalAccessDataType
.
Se, ad esempio, volete verificare gli esiti del power on self-test(l’auto diagnostica eseguita all’avvio del MAC) digitate:
  • system_profiler SPDiagnosticsDataType
e, se la diagnostica non ha rilevato nessun problema, visualizzerete:
profile.png

Installare le librerie GMP 4.3.2

Scaricate da qui l’ultima versione di GMP (GNU Multiple Precision Arithmetic Library)

Digitate

./configure
make
make check
make inst
all

Se make check rileva qualche problema durante la compilazione, come nel mio caso, non continuate con l’intallazione delle librerie e procedete con l’installazione alternativa:

installate mac port 1.6.0 o, se necessario, aggiornatelo:

sudo port -d selfupdate

Se durante l’installazione di MacPort 1.6.0. vi appare un errore con la scritta: ‘run postflight por macports’ controllate che non ci sia un firewall attivo, in alternativa scaricatevi da qui il file postflight.sh ed eseguitelo:

sh postflight.sh

Una volta installato MacPort, installate GMP

sudo port install gmp

Le librerie di GMP sono necessarie (insieme a MPFR) se volete installare GCC Compiler Collection (4.3.1)

Netstat su Windows e Mac OSX

Netstat è un comando che permettere di verificare lo stato delle connessioni, le route e statistiche del sistema.

Sotto Windows

NETSTAT [-a] [-e] [-n] [-s] [-p proto] [-r] [intervallo]

-a : visualizza tutte le connessioni e le porte di ascolto
-e : visualizza le statistiche Ethernet
-n : visualizza gli indirizzi e i numeri di porta in forma numerica.
-p : proto Visualizza connessioni del protocollo specificato da ‘proto’;
-r : mostra la tabella di routing.
-s : mostra le statistiche per protocollo


Sotto Unix

netstat [-AaLlnW] [-f address_family | -p protocol] [-M core] [-N system]

netstat [-gilns] [-f address_family] [-M core] [-N system]

netstat -i | -I interface [-w wait] [-abdgt] [-M core] [-N system]

netstat -s [-s] [-f address_family | -p protocol] [-M core] [-N system]

netstat -i | -I interface -s [-f address_family | -p protocol] [-M core] [-N system]

netstat -m [-M core] [-N system]

netstat -r [-Aaln] [-f address_family] [-M core] [-N system]

netstat -rs [-s] [-M core] [-N system]

-a : che permette di vedere anche lo stato dei socket non attivi

-t : che permette di vedere lo stato dei socket tcp

-u : che permette di vedere lo stato dei socket udp

-l : mostra le connessioni in ascolto

-r : che permette di vedere la tabella di routing

-n : mostra gli indirizzi numerici (invece di quelli simbolici) degli host e delle porte

-p : che permette di vedere il nome del programma e il relativo DIP (identificativo di processo) che ha instaurato una connessione

Per quanto riguarda il DIP, l’identificativo è utile per sapere quale applicazione ha richiesto o attivato una connessione:

applicazione – DIP

Immagine 2.png

connessione DIP

Immagine 3.png