logo

Archive for Problemi

Windows 8 e problema al touchpad del MAC

Dopo l’aggiornamento a Windows 8, installato sulla partizione Boot Camp nel mio macbook pro, ho da subito constatato il mancato riconoscimento del  touchpad  e della fotocamera.

windows 8
Per risolvere il problema è stato sufficiente  andare sulle impostazioni di aggiornamento del driver del Touchpad e selezionare, tra i modelli, il “Dispositivo di input USB”.

windows 8

Errore: Unrecognized Partition Table for Drive 80

Dopo l’installazione di Windows Vista (US) sul Mac di un mio amico, ad ogni avvio di Windows si presentava il seguente errore, senza però inficiare il normale avvio:

“Unrecognized Partition Table for Drive 80. Please rebuild it using a Microsoft-compatible FDISK tool.” can’t boot from NTLDR from drive=0×80″

Per correggere l’errore è necessario usare  lo strumento Bootrec. exe, tramite l’ambiente ripristino di Windows.

 

Per effettuare questa operazione è necessario:

  1. Inserire il disco di installazione di Windows Vista o Windows 7 nell’unità disco, quindi avviare il computer (tasto option o tasto  C premuto se utilizzi MAC).
  2. Premere un tasto quando richiesto.
  3. Selezionare la lingua, la data e l’ora e la valuta, una tastiera o un metodo di input, quindi scegliere Avanti.
  4. Fare clic su Ripristina il computer.
  5. Selezionare il sistema operativo da ripristinare, quindi scegliere Avanti.
  6. Nella finestra di dialogo Opzioni ripristino di sistema scegliere Prompt dei comandi
A questo punto basta digitare prima:
bootrec.exe /fixmbr
e poi:
bootrec.exe /fixboot
Nel particolare, con l’opzione:
/FixMbr
viene scritto un MBR compatibile con Windows 7 o Windows Vista nella partizione di sistema. senza sovrascrivere la tabella delle partizioni esistente e pertanto non intaccare la partizione del MAC.
Con l’opzione:
/FixBoot
viene scritto un nuovo settore di avvio nella partizione di sistema utilizzando un settore di avvio compatibile con Windows Vista o Windows 7.
Definizioni tratte supporto: support.microsoft.com/kb/927392/it

Segnalazione malware di Google

L’altro ieri accedendo al mio blog mi è apparso, in tutta la sua irruenza devastante, il banner di google che mi avvisava che il mio blog conteneva un malware e pertanto la visita al sito poteva arrecare danni al computer.

Tramite gli strumenti per i Webmaster Google fornisce utili indicazioni sulla salute del sito e su quello che, a suo insindacabile avviso, è la causa del problema.

Nel mio caso, la sezione malware degli strumenti indicava che 11 pagine avevano subito un “code injection” e, in particolare, era stato inserito tramite un “iframe” un link  ad un sito  ritenuto responsabile di distribuire software malevolo.

Una volta individuato il codice incriminato, sono andato sulla sezione “salute” degli strumenti per i webmaster ed ho utilizzato lo strumento “Visualizza come Google“, che permette di visualizzare le pagine come le vede Google.

Le informazioni restituite dallo strumento comprendono:

  • La risposta HTTP restituita dal server
  • Data e ora della tua richiesta di scansione
  • Il codice HTML
  • I primi 100 KB di testo visibile (indicizzabile) in una pagina.

Analizzando il codice HTML ho verificato che la presenza del link incriminato nel codice non era dovuto ad un code injection causato ad un attacco esterno, ma era generato da un plugin di WordPress: Automatic Backlink.

Rimosso il plugin ho verificato in tutte le 11 pagine segnalate da Google l’eventuale presenza del codice incrinato e, una volta appurato  che tutto era apposto, ho richiesto a Google ed a StopBadware.org di riesaminare il mio blog.

Dopo circa sei ore l’avviso della presenza del malware dal mio sito era stato rimosso.

Messenger: accesso non riuscito

Se non riuscite più ad accedere a Windows Messenger e l’applicazione vi visualizza la seguente finestra:

 

messenger bloccato

Per sbloccare Messenger sarà sufficiente cancellare la cronologia degli account tramite l’apposito pulsante:

 messenger cancella cronologia

e successivamente loggarsi nuovamente:

Messenger accesso non riuscito