logo

Archive for Supporto

Il file robots.txt ottimizzato per WordPress

Verificando lo stato dell’indicizzazione del mio blog tramite gli Strumenti per i Webmaster di Google, mi sono accorto che 49 pagine non sono state selezionate e pertanto indicizzate  in quanto, secondo Google,  URL del sito reindirizzano ad altre pagine con contenuti sostanzialmente simili a quelli di altre pagine.

Ho imputato tale problema principalmente alla presenza di numerosi Tag all’inteno dei miei post che, essendo talvolata simili, inducevano Google a ritenere simili anche le pagine e pertanto ad escluderle dall’indicizzazione.

Per cercate di ovviare al problema, ho personalizzato il file robots.txt, aggiungendo delle regole al fine di evitare la duplicazione dei contenuti,  e non solo:

User-agent: *
Allow: /wp-content/uploads/
Disallow: /wp-
Disallow: /cgi-bin/
Disallow: /wp-admin/
Disallow: /wp-includes/
Disallow: /wp-content/
Disallow: /trackback/
Disallow: /feed/
Disallow: /comments/
Disallow: */trackback/
Disallow: */feed/
Disallow: */comments/
Disallow: /*?*
Disallow: /*?
Disallow: /tag/
Sitemap: http://www.iltuosito.com/sitemap.xml

Note importanti:
1) Per una ottimizzazione a livello SEO è consigliabile di personalizzare il Permanlnk, ovvero è meglio evitare di lasciare l’impostazione predefina www.iltuosito.it/?p=123, ma di personalizzarla con un opzione del tipo: /%postname%/ (Nome articolo).

Qualora si preferisca lasciare l’impostazione predefenita, è necessario rimuore dal file robots le seguenti regole, le quali bloccherebbero l’indicizzazione dei post:
Disallow: /*?*
Disallow: /*?
2) Utilizzando plugins WP, è possible personalizzare facilmante il file robots.txt, inoltre è anche possibile, e da qualcuno consigliato, per non indicizzare un tag o una categoria, di non usare il file robots bensì il meta tag “NOINDEX” , anche questa attività è agevolata da Plugin Wp, tra i quali segnalo caldamente SEO Ultimate.
3) Infine, per quanto ribuarda il file sitemap, se wordpress è installato in una directory, il sitemap sarà generato in quella directory, pertanto sarà necessario indicare l’url completo.

Come spostare WordPress da una directory

Per spostare un sito realizzato su pittaforma WordPress da una directory  alla root, ad esempio /wordpress o /blog (come nel mio caso),  è sufficiente procedere come di seguito descritto.

Spostiamo tramite un client FTP i files index.php e .htaccess dalla sotto directory alla directory principale, in alternativa i due file possono essere compilati con un editor di testo, salvati, rinominati e trasferiti sul server.

In particolare per il file index.php digitare:

<?php

define(‘WP_USE_THEMES’, true);

require(‘./blog/wp-blog-header.php’);

?>

per il file .htaccess (abilitare la visualizzazione dei file nascosti):

# BEGIN WordPress

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteRule ^index\.php$ – [L]
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
RewriteRule . /index.php [L]

# END WordPress

Fatto questo, dal pannello Impostazioni di WordPress, andiamo su Impostazioni generali ed indichiamo;

– nel campo “Indirizzo WordPress (URL)”: l’indirizzo completo dove effettivamente è installato il blog

(tipo  http://www.iltuosito.it/directory);

– nel campo “Sito Web (URL)” : l’indirizzo del sito

(tipo: http://www.iltuosito.it).

 

impostazioni wordpress

Affinché tutti i link agli articoli del sito, ed in particolare quelli già indicizzati dai motori di ricerca, vengano correttamente visualizzati, è sufficiente impostare in modo corretto il Permalink, per fare questo selezioniamo la “Struttura personalizzata” e facciamo anteporre alla scritta:

/%postname%/

l’indicazione della directory dove è installato WordPress (nel mio caso la directory blog):

/blog/%postname%/

impostazioni wordpress


Check Google Page Rank

Controlla il Page Rank del tuo sito web:



This page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

WORDPRESS Sito bloccato in manutenzione

Qualora a seguito di un aggiornamento di WordPress o di qualche suo pluging il sito dovesse rimane permanentemente bloccato sulla inquietante scritta:

“Momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto.”

sarà necessario intervenire manualmente per cancellare dal blog, tramite un qualunque programma con protocollo ftp, il file  .maintenance  :